Vai direttamente ai contenuti della pagina

Emblema della Repubblica Italiana

Presidenza del Consiglio dei Ministri

DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ

Rete per le Pari Opportunità

Testata registrata - n. 73/2008 del 26/02/08

Aiuto alla navigazione

Sei in: › HomeIl DipartimentoProgettiA.G.I.R.E.
logo agire
logo dps

Le considerazioni della Regione Valle d'Aosta - offerente

Dal 2000 non vi è atto o documento di organismi comunitari in materia di genere in cui manchi lo stretto collegamento tra la conciliazione ed i temi più generali dell'occupazione e del miglioramento della qualità del lavoro e della vita, di donne e uomini.
Purtroppo molto cammino resta ancora da fare e lo riconosce, nella recente Relazione sulla parità (2007), la Commissione europea, ribadendo la denuncia della maggiore difficoltà delle donne di conciliare vita professionale e vita privata e dello squilibrio nella ripartizione dei compiti domestici e familiari. La Regione Valle d'Aosta nella programmazione 2000/2006 ha cercato di dare risposte concrete ai bisogni di conciliazione del territorio valdostano. I progetti che si sono realizzati e che siamo stati onorati di presentare alla Regione Molise, hanno contribuito a definire la mappa dei servizi territoriali a favore della conciliazione sul territorio valdostano. Questo è stato possibile anche grazie alla rete territoriale che coinvolge l'Agenzia del lavoro, l’Assessorato al lavoro, l'Assessorato alle Politiche sociali, l'Azienda Unità Sanitaria Locale, gli Enti Locali, la Consigliera di Parità, che ha contribuito a fare della Valle d'Aosta un "territorio conciliante". Anche nella nuova programmazione l’impegno è di proseguire nel lavoro avviato per migliorare i risultati fin qui ottenuti.

Direttore Agenzia Regionale del Lavoro
Regione Autonoma Valle D’Aosta
Dott.ssa Nadia Savoini

Le considerazioni della Regione Molise - beneficiaria

L'esperienza del gemellaggio muove dalla convinzione che le politiche di conciliazione vita-lavoro non vadano intese solo come semplici politiche sociali e della famiglia ma come politiche attive del lavoro che consentono una maggiore e migliore partecipazione femminile al mercato del lavoro.
Il gemellaggio è stato un momento di confronto sulle buone prassi implementate per lo sviluppo ed il rafforzamento dei servizi per la qualità della vita con particolare riferimento ai servizi di cura per la prima infanzia.
Gli incontri di scambio hanno:

  • confermato l'importanza di azioni che riducendo le difficoltà legate alla cura dei figli, all’ineguale distribuzione del lavoro domestico tra i generi permettano la partecipazione attiva femminile nel campo del lavoro;
  • permesso di avviare il percorso per riprodurre nella Regione Molise la creazione di servizi di conciliazione secondo il modello  realizzato, con successo, nella Regione Valle d’Aosta.

I risultati dell'attività di gemellaggio consentiranno una più efficace pianificazione ed attuazione degli interventi in materia di conciliazione vita-lavoro nell’ambito della programmazione 2007-2013.

Servizio Politiche del Lavoro – Direzione Generale III^
Regione Molise
Dott. Carmine Iapalucci

Il vademecum "Una cassetta degli attrezzi per la regione Molise"


bandiera dell'Unione europea
Finanziato con il Fondo Sociale Europeo di Sviluppo Regionale - Quadro Comunitario di Sostegno per le regioni italiane dell'Obiettivo 1, 2000 - 2006
Programma Operativo Nazionale di Assistenza Tecnica e Azioni di Sistema.